Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Nuovo coronavirus / COVID-19: come informarsi

Data:

01/07/2020


Nuovo coronavirus / COVID-19: come informarsi

IMPORTANTE:

Si consiglia di tenersi aggiornati consultando periodicamente il sito dell’Ambasciata e monitorando i mezzi di informazione.

Si raccomanda inoltre di attenersi alle indicazioni delle autorità locali.
Si consiglia a tutti i connazionali presenti in Egitto di consultare regolarmente il sito Viaggiare Sicuri.

Per tutte le informazioni su prevenzione, misure di contenimento in Italia e situazione in Egitto si consiglia in generale di fare riferimento alle seguenti pagine ed informazioni:

1. Informazioni su virus e malattia, sintomi, prevenzione e trattamento:

2. Informazioni sulle misure di contenimento in Italia:


Dal 1 luglio si ampliano ulteriormente le possibilità di spostamenti da e per l’estero. Queste sono le principali novità:

- continuano ad essere consentiti liberamente gli spostamenti da e per Stati membri dell’Unione Europea (oltre all’Italia, sono Stati membri della UE: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria), Stati parte dell’accordo di Schengen (gli Stati non UE parte dell’accordo di Schengen sono: Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera), Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano. Chi è residente in questi Paesi non dovrà più giustificare le ragioni del viaggio e non è sottoposto all’obbligo di isolamento fiduciario per 14 giorni all’ingresso in Italia;

- dal 1 luglio sono consentiti liberamente anche gli spostamenti da e per l’Italia dei residenti nei seguenti Paesi: Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Montenegro, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Serbia, Repubblica di Corea, Tailandia, Tunisia, Uruguay. In questi casi non è più necessario giustificare le ragioni del viaggio;

- da e per i Paesi diversi da quelli elencati sopra, i viaggi potranno essere effettuati - oltre che per lavoro, salute, assoluta necessità, rientro al domicilio, residenza o abitazione – anche per motivi di studio;

- i cittadini UE, gli stranieri residenti in un Paese UE e i loro familiari (coniugi, uniti civilmente, partner convivente di fatto, figli a carico di età inferiore a 21 anni, ascendenti a carico) possono liberamente entrare nel territorio italiano, senza necessità di giustificare le ragioni del viaggio.

3. Informazioni sulla situazione in Egitto

Il Ministero egiziano della Salute e l'Organizzazione Mondiale della Sanità hanno confermato la presenza di diversi casi contagio da Covid-19 (c.d. nuovo coronavirus) in Egitto. Il numero dei contagiati al momento si mostra in rapida ascesa.

Nel caso in cui venga rilevata la positività alla malattia è previsto il ricovero obbligatorio in isolamento in strutture sanitarie pubbliche laddove il malato presenti sintomi acuti, mentre in caso di sintomi lievi o assenti e' autorizzata la quarantena in strutture governative non ospedaliere o presso la propria abitazione.

In considerazione del rapido evolversi della situazione, e in particolare della interruzione dei voli internazionali da e per l’Egitto eventuali programmi di visita in Egitto, per turismo o per lavoro, devono essere rinviati ad un momento successivo, allorché la situazione della diffusione del Coronavirus si sarà normalizzata.

In caso di febbre alta e sintomi riconducibili al Covid-19

Si consiglia di non uscire di casa o dall’hotel e di indossare una maschera in presenza di altre persone.
Va immediatamente contattato il medico dell’hotel o del resort dove si è ospitati (oppure, per i residenti, il proprio medico personale in Egitto) per una prima valutazione. In caso di difficoltà nei contatti con i dottori locali, è possibile rivolgersi al numero di emergenza dell’Ambasciata per ricevere ulteriori indicazioni sui passi da effettuare

Nel caso di sospetto d'infezione, queste Autorità sanitarie indicheranno un laboratorio dove effettuare un test. In caso di test positivo, è previsto il ricovero d’urgenza in uno degli ospedali pubblici che sono stati individuati allo scopo. Non è possibile rivolgersi a strutture diverse (in particolare se private) diverse da quelli specificamente preposte al trattamento del virus.

Aggiornamenti e assistenza a cura della Autorità sanitarie locali
E’ possibile rivolgersi al numero verde del Ministero della Salute egiziano, dedicato all’emergenza Coronavirus: 105 (in arabo), oppure consultare il sito Ministero della Salute egiziano - sito di informazioni sul COVID-19.

Link utili:


662