Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Lancio dell’iniziativa per la creazione di una rete di sostegno ai piccoli produttori finanziato dal programma di conversione del debito della Cooperazione allo sviluppo italiana.

E’ stata lanciata oggi al Cairo l’iniziativa per la creazione di una rete, a livello nazionale, di produttori che operano nel settore del commercio equo e solidale finalizzata al rafforzamento dei diritti socio-economici dei gruppi più marginalizzati di produttori, in particolare donne. Il progetto, realizzato dalla ONG italiana Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti (COSPE) in collaborazione con la “Fondazione Ayedi Masreya”, organizzazione egiziana no-profit che raccoglie circa 4.000 produttori e associazioni di produttori e micro imprese nel settore agricolo e dell’artigianato, e’ finanziato dal programma di debt swap della cooperazione italiana per un ammontare di 750.000 dollari in tre anni.

In particolare, l’iniziativa si dedica a due settori chiave per lo sviluppo socio-economico a livello locale: l’artigianato e la produzione agro alimentare. Fra i risultati posti in risalto la creazione di corsi per migliorare la qualita’ dei prodotti, di marketing e di design; la concessione di microcrediti per l’acquisto di macchinari per taglio e cucito o telai per i tappeti; e l’organizzazione di mostre per la promozione e la vendita dei prodotti anche per l’esportazione, in particolare Italia e Usa.
Il progetto e’ online con la creazione di un sito internet, un database e un catalogo on line dei prodotti, e la creazione di una pagina Facebook della Fondazione Ayadi Masreya, all’interno della quale e’ stata creata un’unita’ di servizi sociali e per la sicurezza sul lavoro. Grazie a questa iniziativa circa settanta produttori della fondazione beneficiano di una assicurazione sanitaria.

Video realizzato al Cairo dall’unità multimediale